DUE VISIONI

01Ago08

Nelle mani di ognuna delle persone salite sulla giostra c’è un rettangolo bianco. Tutti in piedi con il rettangolo collocato all’altezza della pancia. La giostra parte. E’ una di quelle macchine simili all’attrezzo che si usa per strizzare l’insalata dopo averla lavata. Un cesto enorme di ferro, contro le cui pareti vengono stivate persone. Il cesto inzia a girare su se stesso vorticosamente e ti regala l’esperienza un po’ dopata della forza centrifuga. Quando la velocità rende le persone indistinguibili, lo zoom della camera si concentra sul rettangolo bianco su cui appare un’animazione commentata da una voce fuori campo che racconta la storia di un uomo. The Life Size Zoetrope. L’autore è Mark Simon Hewis. 

Poco più di quattro minuti per un corto ricco di evocazioni. Protagoniste due sorelle molto maliziose tra loro, che se la spassano su una chais long. Un bimbo gioca ritmicamente con un uovo boomerang dal quale escono omaggi per le fanciulle e sinistre viti che vanno a spalancare un universo liquido e mangia tutto. Una delle ragazze viene portata in salvo dall’elefante che svetta solo con la sua testa appesa ad una parete della stanza. Un lavoro visionario, magistralmente realizzato, che viene presentato come seconda parte. Ho cercato la prima, ma non si trova: non sempre gli artisti hanno un rapporto logico coi numeri. Il piccolo goiello è firmato da David Lobser. Le musiche sono di Jamie Haggerty. Il titolo: “Elephant girl”.

Annunci


No Responses Yet to “DUE VISIONI”

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: