SENZA USARE LA PAROLA CHE INIZIA PER g E FINISCE PER y

08Set09

Mi sono imbattuto in un soliloquio e quindi lascio che l’autore continui a parlare coi suoi fantasmi. Userò questo mio spazio per organizzare una replica, destinata ad un pubblico altrettanto immaginario.

Conosco una signora, una di quelle altolocate, piena di titoli nobiliari che non credo abbia mai nominato in vita sua. Vive, veste, mangia, si muove e parla con estrema eleganza. E quando usa la parola frocio nessun essere umano se ne sentirebbe offeso. Eppure, la stessa parola usata da un provinciale, bacchettone, ultraquarantenne, che ha bisogno di nominare le marche dei vestiti che indossa per sventolare la sua eleganza, suona in modo diverso. Soprattutto se accostata ai suoi mocassini. Ecco, in quel caso direi che si tratta proprio di istigazione alla violenza contro le persone omosessuali. Solo un giornale come Il Foglio poteva pubblicare quello sproloquio. Noi omosessuali maschi quando facciamo sesso ci sporchiamo sempre un po’ di merda. E le femminucce, invece, da quelle parti, in molti sanno di cosa puzzano. Ognuno fa i conti col proprio modo di stare a letto. Ma non sono le puzze o gli escrementi a fare la differenza. Tantomeno gli orifizi. Infilare un pisello in un buco. Fare in modo che un buco abbia il proprio “pisello”. Questa mi sembra la pratica naturale cui molti animali si dedicano. Eterosessuali, omosessuali, bisessuali o transessuali. La differenza è altrove. E consiste nel sapersi godere la vita. E quando la tua vita gode per aver allontanato dai tuoi candidi tessuti (tra l’altro solitamente cuciti da mani che spesso si dilettano con un pisello e non con una gnocca) un vocabolo e tutto ciò che esso comporta, vuol dire che la vita te la godi poco. E l’assembramento di persone con le quali ti ritrovi, e che condivide questa tua attitudine, non fa altro che replicare uno schema trito e ritrito, volto solamente a mantenere il proprio status. Una società basata sull’adorazione della minchia. Verticale. La differenza tra chi può essere considerato parte di questo assembramento e chi no sta solo nel verificare la presenza di un pisello tra le gambe e un dichiarato disprezzo per tutto il resto, donne comprese. La mia società non funziona così. Il mio assembramento di persone non gode di così beceri artefatti psicotici, bensì gode di impulsi primordiali. Tutti sappiamo cosa vuol dire procurarsi piacere. Annullarsi l’uno nell’altro. Godere di un amore anche solo accennato, anche solo per un istante, anche solo per una notte. O per tutta la vita. Un amorevole istinto che è ben diverso dal progetto fallito che si capisce perfettamente dagli abiti che indossi. Dal progetto tradito da parole di odio. Dal progetto insulso di trasmettere alla prole attitudini violente. Nemmeno il tuo peregrinare di città in città ti ha insegnato qualcosa di buono in tal senso. Di solito un prolungato soggiorno nella città di Bologna lascia alle persone qualcosa in più dei souvenir da stazione dei treni. Qualche mese fa il Cassero ha tappezzato la città con un manifesto che recitava “W Bologna busona”. Era il periodo della campagna elettorale. La forza di quel messaggio risiede nella sua ironia, autoironia e nel consapevole confronto con le radici, anche linguistiche, di questa città. Un luogo godereccio, che fa meno figli di Napoli, ma più di Trieste. Figli che ormai parlano diverse lingue e che nessun neurobiologo ha mai bollato come dislessici, semmai più pronti di chiunque altro ad affrontare il nomadismo che contraddistingue la nostra epoca: starsene accanto a chi ti insulta mostrandoti il suo lucido mocassino è un orizzonte un po’ perverso, che nemmeno la vecchia e stupida psicanalisi saprebbe curare. Meglio spiccare il volo e lasciar marcire nella noia un comune stronzo della palude parmense.

Annunci


No Responses Yet to “SENZA USARE LA PAROLA CHE INIZIA PER g E FINISCE PER y”

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: